Progetto “Ricercatori si diventa”

Progetto “Ricercatori si diventa”

Calendario di massima (il calendario potrà subire variazioni nel corso dell’anno e sarà messo a punto nei particolari nel corso dei prossimi incontri)

1) lunedì 19 novembre 2018 (h 14:45 – 17:45) aula magna

Il primo incontro serve essenzialmente per introdurre all’ambito del progetto e per definire i ruoli. La spiegazione dell’insegnante è ridotta al minimo essenziale. Gli studenti, divisi in tre gruppi, dovranno organizzarsi ed organizzare il lavoro, iniziando a raccogliere informazioni sui temi suggeriti dall’insegnante.

Scopo del corso è quello di compiere uno studio sui “criptozoi” Con questo termine si indicano globalmente tutti gli animali di dimensioni non superiori ad un paio di millimetri che vivono nel terreno, in prossimità della superficie, o comunque fino alla profondità in cui la porosità del terreno consente loro di vivere.
A tale scopo gli studenti dovranno, in modo più autonomo possibile, progettare e costruire degli imbuti di Berlese. Questi dispositivi dovrebbero consentire di catturare ed osservare tutti quegli animali (insetti, miriapodi, crostacei, chelicerati, anellidi, nematodi, ecc.) che vivono nello strato superficiale del terreno.
L’idea è quella di prelevare i campioni di terreno in vari punti nei dintorni dell’Istituto, scegliendo sia ambienti fortemente antropizzati, sia ambienti all’interno del parco fluviale del fiume Elsa. In questo modo potremo osservare eventuali differenze nella fauna raccolta. Potremo inoltre cercare di capire se lo studio dei criptozoi può servire come indicatore ambientale.

Cosa vi occorre:
materiale per scrivere e disegnare, eventuali tablet o computer portatili, penna usb per salvare o trasferire dati.

Cosa facciamo:
Spiegazione del progetto, definizione di indicatore ambientale. Progettazione dei percorsi e dei punti di raccolta dei campioni. Creazione dei gruppi ed attribuzione dei ruoli all’interno del gruppo.

Saranno creati tre gruppi di 7/8 persone in modo casuale.

RUOLI DA ATTRIBUIRE:
Responsabile della comunicazione (es. creazione di un gruppo WhatsApp intra-gruppo e inter-gruppi)

Uno o due esperti di informatica (creazione e gestione di un account google, archivio digitale dei materiali, progettazione delle modalità di pubblicazione dei materiali)

Uno o due responsabili delle registrazioni audio, video, foto che dovranno documentare il lavoro svolto.

Un segretario che tiene nota di quanto viene deciso, si assicura che i campioni siano correttamente numerati e tracciati, conserva il materiale cartaceo e si interfaccia con il tutor del corso (professoressa Guzzo).

Ogni gruppo potrà in autonomia creare e/o modificare altri ruoli.

I gruppi lavoreranno in modo separato, ma anche collaborativo. Ad esempio i responsabili della comunicazione di ciascun gruppo si interfacceranno tra loro per creare un sistema di comunicazione tra i gruppi, così come i responsabili della registrazione dell’attività potrebbero mettere a punto degli standard uguali per i tre gruppi.

I GRUPPI INIZIANO A LAVORARE.

Inizio raccolta dati e progetto su imbuto di Berlese. (fase di esplorazione)

Parole chiave: imbuto di Berlese, imbuto di Berlese Tullgreen, Berlese Tullgreen method, Berlese funnel, Tullgreen funnel, Berlese trap, criptozoi (attenti a non confondere con il mostro di Loch Ness), microrganismi del terreno, chiavi dicotomiche.

2) mercoledì 21 novembre 2018 (h14:00 – 17:00) Ex aula di musica.

Scelta del percorso e dei punti di raccolta dei campioni di terreno. Il percorso sarà memorizzato su una google map.

Progettazione dei dispositivi che saranno usati per raccogliere i dati (fase di ideazione e progetto). Alla fine del secondo incontro ogni gruppo dovrà avere un progetto dettagliato con disegni di costruzione, elenco dei materiali occorrenti, ipotesi su dove e come procurarsi il materiale.

Ripeto le parole chiave
Parole chiave: imbuto di Berlese, imbuto di Berlese Tullgreen, Berlese Tullgreen method, Berlese funnel, Tullgreen funnel, Berlese trap, criptozoi (attenti a non confondere con il mostro di Loch Ness), microrganismi del terreno, chiavi dicotomiche.

Considerate che ogni gruppo dovrà costruire 4/5 trappole, perché dovremo analizzare almeno 4/5 campioni diversi-
Il progetto dovrà comprendere:
Un disegno o schizzo il più possibile preciso del dispositivo che deve essere costruito.
L’elenco dettagliato dei materiali occorrenti
L’elenco di chi e dove si procurerà i materiali.
Eventuali spese previste

3) mercoledì 09 gennaio 2019
Costruzione delle trappole.
Ogni gruppo dovrà venire a scuola con tutti i materiali necessari alla costruzione delle trappole.
Alla fine dell’attività ogni gruppo deve avere deve aver costruito un numero di trappole sufficiente ad ospitare i campioni.

4) mercoledì 30 gennaio 2019 Uscita per raccogliere campioni (periodo invernale)

5) mercoledì 6 febbraio Analisi dei campioni

6) mercoledì 20 marzo 2019 Uscita per raccogliere campioni (periodo primaverile)

7) mercoledì 27 marzo 2019 Analisi dei campioni

8) lunedì 08 aprile 2019  Progettazione delle modalità di pubblicazione dei risultati (risorse digitali messe a disposizione in modo gratuito dalle rete).

9) martedì 16 aprile 2019 Creazione e pubblicazione  dei materiali multimediali

10) giovedì 9 maggio 2019 Creazione e pubblicazione  dei materiali multimediali

Gruppo 1

 

Bozzolan (informatica)

Bardotti (segretaria)

Braccagni (comunicazione)

Pucci (registrazioni)

El Mahamoudi (segretaria)

Garau (informatica)

Perez (registrazioni)

Maestrini (informatica)

 

Gruppo 2

 

Marzuoli (informatica)

Rubbioli (registrazioni)

Gianfaldoni (informatica)

Barbato (segretaria)

Frigenti (comunicazione)

Mannino (comunicazione)

Abenelang Nti (segretaria)

Francini (registrazioni)

Gruppo 3

 

D’Oca (comunicazione)

Guadagnino (informatica)

Pulselli (registrazioni)

Gigli (segretaria)

Cappelli (registrazioni)

Chesi (segretario)

Corti (informatica)