E nel futuro cosa mangeremo?

1385726322036_ss_01

Crunch. È questo il rumore che potrebbe fare un insetto sotto i vostri denti. L’idea di portare in tavola degli insetti non vi entusiasma?

Dato che le terre coltivabili sono sempre meno e l’acqua pulita scarseggia, per garantire cibo a tutti i futuri abitanti della Terra occorrono nuovi alimenti che abbiano eccezionali proprietà nutrizionali e che si adattino a condizioni climatiche difficili e a terreni diversi, come le alghe e gli insetti.nhlihli
Cavallette, formiche, larve e perfino vermi potrebbero condire i piatti della “nuova” cucina: un’esigenza dettata non solo dalla constatazione che questi animaletti sono ricchi di proteine e altre sostanze utili, ma anche da una occorrenza ecologica.  Secondo la FAO, organizzazione per l’alimentazione e l’agricoltura, gli insetti rappresentano un’enorme risorsa alimentare che potrebbe persino bloccare la fame nel mondo, infatti, gli insetti possiedono un elevato valore energetico e una proporzione di proteine e grassi più elevata rispetto alla carne di manzo o al pesce.

,jljhgukkmhnhnhh

  • La salicornia è un’erba che cresce nelle paludi salate, luoghi ritenuti impossibili da coltivare, e possiede un’ elevata fonefwdqwte di sostanze nutritive. Essa potrebbe diventare il cibo del futuro perchè riduce il contenuto salino dei terreni, rendendoli nuovamente coltivabili e fertili. I semi posso essere tostati e sottoposti ad alte temperature,trasformandosi in popcorn.
  • La quinoa contiene maggior quantità di proteine rispetto a ogni cereale, più calcio del latte, ed è priva di glutine.  Essa e un para-cereale ed infatti appartiene alla stessa famiglia delle bietole e degli spinaci. Della pianta di quinoa si usa praticamente tutto: le spighe contengFFFFFFFFFono i caratteristici semi e con cui si ricavano farina e pasta, le foglie vengono usate come gli spinaci e il fusto  diventa un alimento per il bestiame.

 

  • La spirulina è un’alga di colore azzurro-verde chspirulinae si trova nei laghi salati con acque calde. Fin dall’antichità è stata apprezzata per la ricchezza di principi nutritivi e recentemente la Fao l’ha definita “cibo del futuro” per l’abbondanza delle sue proprietà benefiche. E’ un alimento completo e in Africa viene impiegata per combattere la malnutrizione.                                                             1385722624888_2011-08-01-cricketkabobsmall
  •  Gli insetti  (dei qualisono commestibili ben 1400 specie)  sono nutrienti, facilmente reperibili, green perché producono poche emissioni nocive, poco costosi, utili perché possono essere usati per decomporre i rifiuti. Il risparmio è notevole, sia dal punto di vista economico che ambientale, se si pensa che per produrre un solo chilo di carne di servono almeno 8 kg di vegetali, contro i 2 kg di vegetali che servono per nutrire un chilo di cavallette o locuste.grilli-cioccolato

Ecco la lista dei “sapori” degli insetti:

• “Cavalletta: sapore tenue, poco marcato. Fornisce sensazioni diverse a seconda delle dimensioni (Nota: è consbuonoigliabile asportarne l’ala prima di mangiarla perché di difficile masticazione).
• Baco da seta: gusto erbaceo e abbastanza morbido.
• Grillo: sapore tenue e tende a frantumarsi in bocca.
• Camola del miele: di consistenza elastica, ha un sapore che può ricordare quello del pinolo.
• Tarma della farina: sapore marcato, aggressivo al palato, stimola velocemente la salivazione.
• Mosca domestica: ha un sapore che ricorda vagamente quello della panna.

SITOGRAFIA:

http://www.lastampa.it/2012/12/24/scienza/benessere/alimentazione/nel-prossimo-futuro-gli-insetti-saranno-il-cibo-perfetto-VcwUnj0sd2P5jHURWehrXO/pagina.html

http://www.huffingtonpost.it/2013/11/30/insetti-libro-di-marco-ceriani_n_4363608.html
http://www.dilei.it/benessere/piu-insetti-meno-carne-la-dieta-futuro.html

https://it.notizie.yahoo.com/cosa-mangeremo-futuro.html

http://android-money.net/ecco-perche-gli-insetti-sono-il-futuro-per-la-nutrizione-del-pianeta/

(http://www.focus.it/ambiente/natura/dalle-paludi-salate-il-cibo-futuro)

(http://www.ideegreen.it/quinoa-da-cibo-per-poveri-a-cibo-del-futuro-9671.html)

(http://www.benessere360.com/spirulina-proprieta-benefici-controindicazioni.html)

(http://www.focus.it/ambiente/natura/sul-piatto-nel-2050#img14890)
(http://www.lifegate.it/persone/stile-di-vita/spirulina-il-cibo-del-futuro-si-coltiva-bari)

Benocci Valentina, Cometi Vittoria, Cucini Tecla e Magazzini Chiara

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in biologia, dietetica, ecologia, tutte le classi e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Una risposta a E nel futuro cosa mangeremo?

  1. Direi estremamente interessante, meriterebbe senza dubbio un approfondimento… e magari anche un assaggio…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.