LE CELLULE STAMINALI

CHE COSA SONO?
Le cellule staminali sono cellule il cui destino non è ancora “deciso”. Possono originare vari tipi di cellule diverse, attraverso un processo denominato “differenziamento”. Nelle fasi iniziali dello sviluppo umano, le cellule staminali, situate nell’embrione, sono diverse da tutti i tipi di cellule esistenti nell’organismo, da quelle cerebrali, ossee, cardiache, muscolari, epidermiche ecc. La possibilità di controllare queste cellule staminali embrioinali, allo scopo di curare vari tipi di malattie, entusiasma gli studiosi. Per esempio, il morbo di Parkinson e l’alzhaimer sono il risultato di lesioni in gruppi determinati di cellule cerebrali. Con la realizzazione di un trapianto di cellule staminali derivate da un embrione alla parte del cervello colpita, gli scienziati sperano di sostituire la parte di tessuto cerebrale danneggiata. In un futuro, la ricerca sulle cellule staminali potrà rivoluzionare il modo di curare tante altre “malattie mortali” come l’ictus, il diabete, le malattie cardiache e le paralisi. Gli atteggiamenti verso l’uso di cellule staminali a fini di ricerca o di cure mediche variano da un paese all’altro. In Germania, per esempio, l’estrazione di cellule staminali da un embrione umano è considerata illegale. In Gran Bretagna, invece, è legale, ma le leggi in materia sono rigorose: gli scienziati britannici possono utilizzare embrioni umani a fini di ricerca fino a quattordici giorni dopo la fecondazione dell’ovulo. In questo momento, l’embrione è un insieme di cellule, grande più o meno come un quarto della testa di uno spillo. In molti paesi non esistono ancora leggi atte a disciplinare la ricerca sulle cellule staminali umane. Essendo l’utilizzo di embrioni una questione di grande controversia in termini etici, gli scienziati di tutto il mondo cercano altre fonti di cellule staminali. Il tipo di cellule staminali che si trova nel midollo osseo degli adulti sembra essere una possibilità. Queste cellule staminali sono capaci di differenziarsi in una varietà di globuli rossi nell’arco del ciclo vitale. In futuro, gli scienziati sperano di manipolare queste cellule staminali adulte affinché, invece di produrre soltanto globuli rossi, possano dare origine a cellule cerebrali, epatiche, cardiache e nervose.

Tratta da SmartBank.it

Tratta da SmartBank.it

DA DOVE VENGONO LE CELLULE STAMINALI?
Questi embrioni vengono creati durante la fase delle cure contro la sterilità (FIVET). Un ciclo di trattamento di FIVET comprende la fecondazione simultanea di più ovuli. In seguito, vari ovuli fecondati vengono reimpiantati nella madre, mentre i rimanenti vengono congelati nell’eventualità in cui il primo tentativo di fecondazione non andasse a buon fine. Se la FIVET ha invece successo, la coppia può decidere se donare gli embrioni inutilizzati a fini di ricerca oppure eliminarli. Tuttavia, non si è mai riusciti a prendere una decisione sul destino degli embrioni congelati. Una seconda fonte di cellule staminali, ancor più polemica, sarebbe la creazione di embrioni unicamente a fini di ricerca o cura, senza che sia mai esistita alcuna intenzione di impiantarli in una donna. La creazione di un embrione con queste finalità è considerata da molte persone eticamente scorretta. Esiste infine un ultimo modo di ottenere embrioni umani, basato sull’utilizzo della tecnica della clonazione. Questa tecnica consiste nella creazione di un embrione umano contenente la composizione genetica completa di una persona in vita. Se fosse trapiantato nell’utero di una donna, l’embrione potrebbe trasformarsi in un clone (una copia geneticamente uguale) di quella persona. L’embrione fornirebbe cellule staminali per la cura di alcune malattie.

ALTRE FONTI UMANE DI CELLULE STAMINALI
Per evitare le barriere etiche e politiche in fatto di cellule staminali embrionali, gli scienziati stanno cercando fonti alternative.

Il midollo osseo degli adulti
Una fonte di cellule staminali potrebbe essere il midollo osseo di un adulto. Le cellule staminali del midollo osseo degli adulti producono globuli rossi e cellule del midollo osseo. Fino a poco tempo fa, gli scienziati pensavano che fosse impossibile che le cellule del midollo osseo potessero “tornare indietro nel tempo”, potendo reinventarsi per dare origine a tipi di cellule completamente differenti come quelle cerebrali, nervose, intestinali o epiteliali. Il prelievo di cellule staminali da un adulto consenziente non solo sarebbe eticamente accettabile dalla maggior parte delle persone e migliorerebbe la vita di molte persone.
Sangue placentare
L’ultima fonte possibile di cellule staminali è il sangue, eliminato durante il parto, proveniente dal cordone ombelicale. Conservandolo per un’eventuale malattia del bambino.
Gli scienziati sostengono che le cellule staminali raccolte dal sangue potranno essere utilizzate per curare problemi sanguigni, come la leucemia e disturbi genetici e immunitari. Sono inoltre compatibili con il neonato nel caso in cui sviluppi una certa malattia o abbia bisogno di cellule staminali. Queste imprese ritengono che il sangue del cordone ombelicale possa anche essere utile come fonte di cellule staminali per i familiari (fratelli, sorelle, genitori e nonni).

 

Sitografia: http://www.bionetonline.org

A cura di Cipriani, Candotti, Stampachiacchiere

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in biologia, medicina e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

2 risposte a LE CELLULE STAMINALI

  1. Elena Cosi ha detto:

    Proprio in questi giorni ho sentito su TG3 Leonardo che ci sono delle cellule staminali pluripotenti nel latte materno. Vengono trasmesse al neonato e servono a completare lo sviluppo del bambino. Pare che siano più facili da controllare, ossia sono meno propense a degenerare in tumori e non hanno problemi etici. Può essere interessante approfondire…..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.